Identità, struttura e compiti

L’Ufficio Catechistico Diocesano (UCD) è «l’organo con cui il Vescovo, capo della Comunità e maestro della dottrina, dirige e presiede tutte le attività catechistiche della diocesi» (DGC 265). È stato istituito in tutte le diocesi con il decreto Provido sane (12 gennaio 1935).
L’UCD, nell’area pastorale diocesana “Evangelizzazione e Catechesi”, offre (alle parrocchie, alle istituzioni e aggregazioni) un contributo di propria competenza per lo studio, la proposta, l’animazione e il coordinamento dell’azione evangelizzatrice (DGC 272).

Rientrano nelle competenze specifiche dell’Ufficio i seguenti settori:

a. La catechesi, nell’ambito del processo di evangelizzazione (DGC 48);
b. La formazione catechistica permanente degli adulti;
c. La formazione dei catechisti;
d. L’apostolato biblico;
e. La catechesi per le persone disabili;
f. L’iniziazione cristiana di ragazzi e adulti;
g. Il catecumenato.

I suoi COMPITI (DGC 266):

a. Fa l’analisi della situazione diocesana circa l’educazione della fede e precisa, tra le altre cose, le reali necessità della diocesi in ordine alla prassi catechistica;
b. Elabora un programma di azione che indichi obiettivi chiari, proponga orientamenti e mostri azioni concrete;
c. Promuove e forma i catechisti, in collaborazione con Centri e Istituti formativi presenti nel territorio;
d. Elabora e/o segnala alle parrocchie e ai catechisti gli strumenti necessari per il lavoro catechistico: catechismi, direttori, programmi per le diverse età e situazioni, guide per i catechisti, materiale per i catechizzandi, mezzi audiovisivi…
e. Incentiva e promuove le istituzioni propriamente catechistiche della diocesi: catecumenato battesimale, catechesi parrocchiale, gruppo di responsabili di catechesi;
f. Cura il miglioramento delle risorse personali e materiali a livello diocesano, parrocchiale e di forania;
g. Favorisce la cooperazione tra le parrocchie attraverso iniziative specifiche (foglio informativo, seminari di studio, incontri foraniali, convegni diocesani);
h. Promuove la presenza della Bibbia nell’azione pastorale della Diocesi e l’incontro diretto dei fedeli con il testo sacro;
i. Favorisce l’attenzione da parte delle comunità ecclesiali per la catechesi nelle diverse aree della disabilità, preparando gli operatori e diffondendo sussidi adeguati;
j. Promuove e sviluppa la pastorale catecumenale, attraverso la formazione dei catechisti accompagnatori e la predisposizione di sussidi applicativi, secondo le indicazioni della CEI.

LA STRUTTURA

La struttura dell’Ufficio prevede:
a. Il Direttore;
b. Un collaboratore per ciascuno dei tre settori costituiti al suo interno: il settore per l’apostolato biblico, il settore per la catechesi delle persone diversamente abili e il settore di servizio per il catecumenato;
c. Un’équipe di persone esperte in materia catechistica: un presbitero, un diacono, una coppia, due catechisti.
d. Uno o più addetti di segreteria.

RAPPORTI

L’UCD collabora con gli altri uffici pastorali diocesani per gli aspetti di propria e loro competenza, in particolare con l’Ufficio Liturgico per la catechesi iniziatico-catecumenale e con l’Ufficio Famiglia per la catechesi “della e con” la famiglia in ordine all’iniziazione cristiana dei figli;
Offre il proprio contributo nella collaborazione inter-diocesana mettendo in comune esperienze e iniziative, competenze e risorse, e favorire l’elaborazione di un programma comune di azione a carattere regionale (DGC 268).
Collabora con istituzioni, organismi e aggregazioni a livello diocesano e regionale che operano nel suo settore di competenza.
Mantiene un vivo rapporto con l’Ufficio Catechistico Nazionale favorendo la realizzazione dei suoi orientamenti e valorizzando l’apporto delle sue competenze per quegli aspetti di cui l’UCD o l’UCR è sprovvisto.

CONSULTA DELL’UFFICIO

Per assicurare il collegamento con le foranie, le parrocchie, i movimenti e aggregazioni laicali e per usufruire di una qualificata consulenza, è costituita la Consulta dell’Ufficio.
La Consulta ha i seguenti compiti:
a. Fornire il proprio contributo sulle questioni sottoposte alla sua attenzione dall’Ufficio;
b. Approfondire il Magistero pontificio ed episcopale e i documenti pastorali della CEI nella materia di competenza dell’Ufficio;
c. Favorire il collegamento tra i vari organismi di ispirazione ecclesiale operanti nell’ambito catechistico;
d. Contribuire alla preparazione e animazione dei convegni e delle iniziative a carattere diocesano.

Composizione della Consulta

Sono membri della consulta:
a. I vicari foranei;
b. I referenti foraniali dell’area evangelizzazione e catechesi;
c. Il segretario dei religiosi, la segretaria dell’USMI diocesana, i rappresentanti delle aggregazioni laicali operanti nell’ambito catechistico;
d. Il rappresentante dell’ISSR “S. Pietro”;
e. Alcuni esperti, scelti dal Vescovo, su proposta del direttore dell’UCD.
I membri della Consulta sono nominati dal Vescovo, durano in carica tre anni e possono essere riconfermati consecutivamente una sola volta.
La mancata partecipazione alle riunioni per tre volte consecutive e senza giustificato motivo comporta la decadenza automatica da membro della Consulta.

Lavoro della Consulta

La Consulta è convocata e presieduta dal Direttore dell’Ufficio, che ne stabilisce l’ordine del giorno.
Si riunisce in seduta plenaria almeno tre volte all’anno.
Ai lavori della Consulta partecipa l’équipe dell’UCD e i collaboratori dei settori.
Il Direttore dell’UCD dà resoconto delle riunioni al Vescovo e al Vicario Episcopale per l’evangelizzazione e la catechesi.

SETTORI

La cura ordinaria dei singoli settori (apostolato biblico, diversamente abili e catecumenato) è affidata a un collaboratore Responsabile, nominato per un quinquennio dal Vescovo, coadiuvato da un’équipe diocesana (esperti e operatori) designata dal Direttore dell’UCD.

Équipe dei Settori

Ogni settore si avvale della collaborazione di una équipe diocesana, in numero massimo di sei persone, scelte dal direttore dell’UCD, sentito il Vescovo. Le Associazioni “Eremo di S. Vitaliano” e “Sante radici” designano un rappresentante ciascuno per il l’équipe del settore per l’apostolato biblico; l’Ufficio liturgico diocesano e la fondazione Migrantes designano un rappresentante ciascuno per il Gruppo diocesano del settore del servizio per il catecumenato. Le Associazioni di Volontariato a servizio di persone disabili designano due rappresentanti per l’équipe del settore catechesi con i Disabili.
Ogni équipe di settore è convocata e presieduta dal Responsabile di settore, che ne stabilisce l’ordine del giorno, sentito il Direttore dell’UCD. Si riunisce almeno due/tre volte all’anno.
I membri delle équipe dei Settori durano in carica tre anni e possono essere riconfermati consecutivamente una sola volta.
La mancata partecipazione alle riunioni per tre volte consecutive e senza giustificato motivo comporta la decadenza automatica da membro dell’équipe diocesana.

Direttore: Suor Anna Maria D’Angelo

Sede: Via del Redentore, 11 – 81100 Caserta
Telefono: 0823 214558
Invia una e-mail

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: